regia Carla Valente
con Carla Valente
assistente alla regia Federica Carra, Simon Waldvogel
testo Carla Valente
collaborazione alla drammaturgia Simon Waldvogel
movimenti Aurelio Di Virgilio
disegno luci Matteo Crespi
musiche e sound design Ivano Pecorini
produzione Collettivo Treppenwitz
in collaborazione Rassegna HOME Teatro Foce Lugano
con il sostegno di DECS Repubblica e Cantone Ticino – Fondo Swisslos, Ernst Göhner Stiftung, Campo Teatrale Milano, RE.TE Ospitale della Compagnia Teatrale Petra


Come ci si sente nel proprio corpo? Sciù Sciù - Broken Becomes Beautiful è un’esplorazione nelle crepe della vita e un elogio alla vulnerabilità.

Una videocamera in scena e delle immagini proiettate in tempo reale permettono di analizzare i dettagli del corpo e degli oggetti, come uno scienziato che passa al microscopio la struttura molecolare della propria esistenza. Storia di scorie: per gettare luce sulla situazione oscura della Centrale Nucleare del Garigliano, tra la Campania e il Sud pontino.

Carla, protagonista di questo viaggio, fa divenire la sua mano sinistra con tre dita lo specchio e il veicolo delle mancanze che percepiamo in noi stessi, divenendo così esperienza di valore universale.
Una presa di coscienza della propria finitezza, che in ognuno assume una forma diversa e particolare.


DEBUTTO
11.12.2020 – TEATRO FOCE (LUGANO)

REPLICHE
12.12.2020 - TEATRO FOCE (LUGANO)
13.12.2020 - TEATRO FOCE (LUGANO)
In via di definizione – CAMPO TEATRALE (MILANO)

regia Camilla Parini
con Kevin Blaser, Thomas Couppey, Martina Martinez Barjacoba, Camilla Parini
assistenti alla regia Francesca Sproccati, Simon Waldvogel
disegno luci Matteo Crespi
scenografia Francesca Caccia
musiche e sound design Alberto Barberis
produzione Collettivo Treppenwitz, LAC Lugano Arte e Cultura
coproduzione Südpol Luzern
in collaborazione con TLH-Sierre
con il sostegno di Pro Helvetia – Fondazione svizzera per la cultura, DECS Repubblica e Cantone Ticino – Fondo Swisslos, Città di Lugano

Questo spettacolo è il secondo capitolo di una ricerca sull’amore iniziata con lo spettacolo L’amore ist nicht une chose for everybody (Loving Kills). Dopo aver affrontato l’aspetto più liquido e generazionale dell’amore, KISS! penetra verso uno strato più intimo e visionario delle dinamiche di coppia, verso una dimensione sotterranea, inconscia e più irrazionale dell’amore.

Il bacio unisce il luogo della parola con quello del corpo: quando ci si bacia non è più possibile parlare e il corpo si trasforma in un nuovo alfabeto.

In scena un bosco, metafora di un luogo dove ci si smarrisce per affrontare le paure più profonde e per andare alla ricerca di sé stessi. Nel bosco c’è una casetta, luogo dell’intimo e del privato. Quattro performer, due uomini e due donne, che permettono il gioco del doppio e della relazione con l’altro: l’altro da me e l’altro me. Il lavoro si muove sul confine tra spettacolo, performance e installazione giocando con la percezione delle cose: del tempo, delle relazioni e di sé stessi.

DEBUTTO
19.03.2021 – LAC LUGANO (TEATRO STUDIO)

REPLICHE
20.03.2021 - LAC LUGANO (TEATRO STUDIO)
21.03.2021 - LAC LUGANO (TEATRO STUDIO)
22.03.2021 - LAC LUGANO (TEATRO STUDIO)
24.03.2021 – TEATRO SOCIALE BELLINZONA
29.04.2021 – SÜDPOL LUCERNA
30.04.2021 – SÜDPOL LUCERNA


Credit immagini : rielaborazione grafica a partire da un’immagine di Katrien de Blauwer

  • White Facebook Icon
  • White Instagram Icon
  • Bianco Vimeo Icona